Vai al contenuto

Cantine siciliane

A Noto, e dintorni, ci sono davvero diverse cantine che si possono visitare, alcune più facilmente di altre. Ma spesso basta chiedere 😉

Con la mia amica Eleonora, con cui ho girato la Sicilia un paio di settimane in estate, ne abbiamo viste due, molto diverse tra di loro, ma di cui ho ancora vivido il ricordo del piacere provato durante le degustazioni.

planeta1

La prima cantina ci è stata consigliata da amici. In provincia di Noto, e non molto distante da Pachino, Planeta è da visitare anche per la visita della cantina.
Costruita interamente sottoterra, è infatti invisibile, sia per un minor impatto ambientale, ma soprattutto per resistere alle alte temperature che spesso raggiungono queste zone.

Abbiamo partecipato ad una serata di degustazione che normalmente organizzano, dove danno la possibilità di assaggiare anche vini di grandi annate – come il Nero d’Avola DOC “Santa Cecilia” del 2011.

“Carni fa carni, pani fa panza, vinu fa danza”

Carne fa carne, pane fa pancia, vino fa danza

Palmeri, invece, era di strada da Ibla verso Ortigia, un’altra tappa del viaggio. Abbiamo saputo di questa cantina tramite amici e su tripadvisor abbiamo trovato le indicazioni per contattarla – due ore dopo ci aspettavano per la degustazione.
Avendo noleggiato una macchina – che è il modo migliore per girare queste zone – è stato facile arrivarci, nonostante possa sembrare in un posto sperduto.

E credo che il silenzio di questi posti, interrotto solo da qualche auto che passa in lontananza e nemmeno con troppa frequenza, sia una delle tante componenti chiave che rendono il vino di queste terre così intenso e ricco, oltre al sole ovviamente.

Nonostante il caldo torrido di quel pomeriggio, la degustazione sulla terrazza, accompagnata da una leggera brezza, è stata perfetta – come il tagliere accuratamente preparato da Corrado, che gestisce la cantina per conto dei suoi proprietari.
Qualche mese dopo, tornata a casa, ho avuto la fortuna di poter riassaporare quei vini, e di provare finalmente il Palmeri Oro, capolavoro di intensità, profumi e tannicità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: